DEDICATO AI GIOCHI DI RUOLO D'ISPIRAZIONE TOLKIENIANA 

 

menù -->

gdr / download

tolkien

TAVERNA

rubriche

LA CREW

info

SOTTOmenù -->

AVVENTURE & CO. INCONTRI

HUMOR

PG & CO. CHI SIAMO

 

info

...:: EVENTI ::...

 

3° TORNEO NAZIONALE DI GIRSA: KINGS OF CREW 2008

SONCINO (CR) - 26 APRILE 2008

 


 

INTRODUZIONE

 

LE FOTO

 

I COMMENTI DAL NOSTRO FORUM

 

INTRODUZIONE

 

Erano anni bui e carichi di sinistri presagi, e ad est un'antica paura era tornata a ghermire i cuori degli uomini. Un gruppo di guardiani delle marche orientali di Gondor, durante un'imboscata portata contro una schiera di Sudroni proveniente dal sud, si imbatté in due strani personaggi, due Mezzuomini, Hobbit della Contea. A lungo li interrogarono sul motivo della loro presenza nella regione dell'Ithilien, sino a quando non giunse anche il loro Capitano, Faramir. I due Hobbit non vollero rivelare nulla a quegli uomini, se non i loro nomi: Frodo figlio di Drogo e Samvise figlio di Hamfast. Anche Faramir rivolse ai Mezzuomini molte domande e per lungo tempo discorse con loro, infine decise di portarli sino al suo rifugio dove avrebbe avuto modo di apprendere con maggior tranquillità i segreti che i due Hobbit celavano. Giunti che furono nell'antro nascosto da una scrosciante cascata, il Capitano di Gondor ebbe modo di scoprire donde venivano di due Mezzuomini e con chi avessero viaggiato. Con il cuore greve, Faramir a sua volta, informò Frodo della morte di Boromir, suo fratello. Tutte le parole che i due Hobbit rivolsero a quegli uomini non bastarono però a convincerli a lasciarli liberi, ma alimentarono maggiormente il sospetto nei loro confronti, e quando infine calò il buio, Faramir disse loro che avrebbero passato la notte in quella grotta.
Malgrado fosse ormai marzo inoltrato, nel buio della grotta faceva molto freddo. I due Hobbit se ne stavano rannicchiati contro una parete, stesi su di un umido pagliericcio, raggomitolati in una coperta di lana. In una nicchia scavata nella parete di roccia, una candela mezza consumata illuminava il piccolo antro. Una lercia pelle d'animale fungeva da porta, ma nulla poteva fare per impedire che le pur fievoli voci degli uomini, che si trovavano nelle altre grotte adiacenti, giungessero alle orecchie dei Mezzuomini. Ora, però, tutto pareva ovattato da un irreale silenzio... solo in sottofondo si poteva ancora udire il rombo lontano della cascata. Poc'anzi, Faramir, il giovane Capitano di Gondor, aveva catturato Gollum, la viscida guida degli hobbit, e probabilmente l'aveva interrogata o peggio ancora torturata, nella speranza che potesse rivelargli cosa i due Mezzuomini stavano facendo nelle lande dell'Ithilien e dov'essi erano diretti.
Improvvisamente la tenda di pelle fu spinta di lato ed alcuni uomini entrarono nella grotta. Due di essi reggevano delle fiaccole e a guidarli era proprio Faramir in persona.
-Così pare...-, disse Faramir, sottovoce e adagio, con uno strano sorriso. -E' dunque codesta la soluzione di tutti gli enigmi! L'Unico Anello che tutti pensavano scomparso dal mondo. E Boromir tentò d'impadronirsene con la forza? E voi scappaste? E correndo correndo... cadete fra le mie mani! E qui, in mezzo a contrade sperdute, eccomi con due Mezzuomini ed una schiera di uomini ai miei ordini, e l'Anello degli Anelli. Un bel colpo di fortuna! Una buona occasione per Faramir Capitano di Gondor di mostrare la propria virtù-. Si alzò in piedi, altissimo e severo, e gli occhi gli brillavano.
Frodo e Sam saltarono giù dai loro giacigli, piantandosi a fianco a fianco con le spalle al muro. Vi fu silenzio nell'antro. Tutti gli uomini tacquero nella caverna e li guardarono stupefatti. Ma Faramir si sedette su di un piccolo sgabello, rise sommessamente, e poi improvvisamente il suo volto divenne di nuovo greve: uno dei Ranger di vedetta era appena rientrato portando sinistre notizie: Osgiliath era stata attaccata dagli orchi e necessitavano urgenti rinforzi.
-Preparatevi a partire. L’Anello andrà a Gondor!- soggiunse Faramir.
Rapidi e decisi, gli uomini iniziarono ad affardellare tutto il loro bagaglio: sacchi e coperte, teli e bisacce. Molti sciolsero le corde di crine per poter trasportare più agevolmente il lungo arco. Lacci di cuoio vennero serrati attorno al collo di Gollum, affinché la creatura non potesse fuggire. I due Hobbit furono nuovamente bendati, come all'andata: nessuno che non apparteneva alla congrega dei Ranger dell'Ithilien doveva conoscere l'ubicazione del loro rifugio, pena la morte. Il primo tratto di sentiero fu impervio e arduo da compiere per i prigionieri bendarti, ma una volta che ebbero abbandonato l'aspro sentiero montuoso, cosparso di sassi e buche, venne loro tolto il cappuccio, si che si ritrovarono nel verde dei boschi di larici e faggi. Dapprima Frodo non si avvide di nulla, ma poi si accorse che la schiera che li stava scortando lungo invisibili sentieri era assai ridotta rispetto ai duecento che li avevano tenuti prigionieri nella grotta dietro alla cascata.
-Avete visto anche voi quant'e' pericoloso girovagare fra queste lande.- disse Faramir, in risposta alla domanda dell'Hobbit. -Non ti sorprendere, dunque, se ho inviato dei miei uomini in avanscoperta, in modo da poterci avvertire di un imminente pericolo.-
Infatti non trascorse molto tempo che l'aria si riempì di improvvisi versi d'uccelli: gufi, stornelli e cinciallegre cominciarono a cantare in ogni dove. Gli uomini, allarmati, si arrestarono innervositi, ed alcuni di loro innestarono le corde sugli archi. Dai cespugli del sottobosco sbucarono alcune delle sentinelle che Faramir aveva inviato in avanguardia. Esse recavano la notizia che un drappello di Sudroni si stava muovendo rapidamente da sud verso di loro, e che con ogni probabilità essi facevano parte della guarnigione che avevano attaccato il giorno prima. Una sinistra ombra velò lo sguardo del Capitano, ma risoluto e veloce al comando, chiamò a se alcuni uomini che lo seguivano dappresso.
Con voce forte e perentoria si rivolse loro: -Affido a voi questi prigionieri e il tesoro che essi recano. Sapete quant'e' di vitale importanza che essi giungano sani e salvi da mio padre, il Sovrintendente. Dovete difenderli con la vostra vita, se sarà necessario. Il destino del nostro popolo risiede ora in voi e nelle vite di questi Mezzuomini, che altro non sono che i Mezzuomini di cui la profezia narrava.-
Frugando nella sua bisaccia ne prese una mappa e la consegnò loro. -Tenete, qui sono tracciate le vie segrete per giungere a Minas Tirith. Percorretele con velocità e perizia: non sappiamo cosa si può annidare oltre quegli alberi. In quanto a me ed ai vostri compagni... - Faramir guardò con occhi colmi di sofferenza e timore il resto dei suoi uomini – Fungeremo da esca ai Sudroni, e li attireremo in un'imboscata. Un piccolo gruppo come il vostro potrà essere più veloce e più sfuggente di un grosso drappello di Rangers in armi. Se la fortuna assisterà tutti noi, ci ricongiungeremo a Minas Tirith entro pochi giorni. Forza ed onore!-
Detto questo, con pochi e precisi richiami, impartì gli ordini necessari per dividere il suo gruppo da quello che avrebbe scortato gli Hobbit sino alla grande città bianca. In pochi minuti tutti gli uomini di Gondor furono pronti e scomparvero nel folto del bosco. Solo Faramir si attardò ancora un attimo per parlare con Frodo.
-Sono tempi assai strani quelli che stimo vivendo. Un'antica minaccia, mai sopita, e' tornata a ghermirci, e come un dono insperato tu sei giunto a noi. Reggi le vite di molti, Frodo della Contea. Un giorno, forse, sederemo attorno ad un tavolo sorseggiando birra al malto, scaldando le nostre membra al crepitare di un fuoco e ricorderemo questi giorni, ma fino ad allora... che i Valar possano vegliare sul cammino di tutti noi.-
Frodo e Sam rimasero per un attimo come storditi da tutte quelle novità. Si guardarono, affranti per la piega che avevano preso gli eventi. Se Frodo era quasi disperato al pensiero di doversi discostare dal cammino intrapreso, a Sam l’idea di fare allontanare se e il suo padrone da quelle nubi di cenere rovente non dispiaceva poi tanto.
"In fondo, pericolo per pericolo, meglio affrontare quelli verso Minas Tirith. Almeno siamo con gente robusta e ben pratica di queste contrade. Se andassimo a Mordor, non sarebbero certo di meno le insidie, e saremmo anche soli…"
Mentre Sam pensava queste cose, Frodo osservava Faramir consultarsi al margine della boscaglia con quegli strani e fieri uomini che li avrebbero dovuti guidare. Sembravano discutere di possibili alternative…

LE FOTO

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Sara (aka Elyanna) e Micaela (aka Tyrande)

Click sulla foto per ingrandire

 

Da sx: Sara (aka Elyanna), Il Danno e Napo (aka Taurnil)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Tiziano (aka Lord T. Einiks) e Napo (aka Taurnil)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Vittoria

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Tiziano (aka Lord T. Einiks), Il Monfa e Napo

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Tiziano (aka Lord T. Einiks) e Gianfranco (aka Monfa)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: io (Geko) & Angio

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Marc (aka Mumak) e ... Osso

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Gianfranco (aka Monfa), Marc (aka Mumak) e ... Osso

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Marco

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Tiziano (aka Lord T. Einiks)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Darathorn e Olaf

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Tiziano, Napo e Gianfranco (aka Monfa)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Napo che si esibisce nella Haka dei Maori (ka mate, ka mate ...)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Il Maso in una manifestazione di amore nei confronti del Monfa

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Gianfranco (aka Monfa) e Marc (aka Mumak)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Monfa "ispezionato" da Napo ... mmm ...

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Marc aka Mumak

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Napo!

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Gianfranco (aka Monfa), Darathorn e Il Danno

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Gianfranco aka Il Monfa

Click sulla foto per ingrandire

 

 

La Cameriera. Non ricordo il nome ... ma quanto è carina!

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Micaela (aka Tyrande) e Sara (aka Elyanna)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Angel (aka Valandur) e Tiziano (aka Lord T. Einiks)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Gianfranco (aka Monfa) e Napo (aka Taurnil)

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Il Danno!

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Me medesimo ... ovvero Geko.

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Tavolo di gioco

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Tavolo di gioco

Click sulla foto per ingrandire

 

Tavolo di gioco

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Tavolo di gioco

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Tavolo di gioco

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Tavolo di gioco

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Tavolo di gioco

Click sulla foto per ingrandire

 

Tavolo di gioco

Click sulla foto per ingrandire

 

Tavolo di gioco

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Post torneo

Click sulla foto per ingrandire

 

Post torneo

Click sulla foto per ingrandire

 

 

 

Post torneo

Click sulla foto per ingrandire

 

Post torneo

Click sulla foto per ingrandire

 

 

Da sx: Marc (aka Mumak) e Miz

     

I COMMENTI DAL FORUM

 

Gianfranco aka Monfa

ragazzi che giornata ...  non ho più un filo di voce ...  sono stanchissimo e felicissimo. E’ stata una manifestazione eccezionale. Bellissima. Epica. Vorrei ringraziare tutti quelli che hanno reso possibile la realizzazione dell'evento, a cominciare da tutti i partecipanti (tanti, tantissimi, che abbraccio idealmente tutti assieme); i tavernieri del “La tana del drago fumante”, Ale e Rita che ci hanno ospitato nella magnifica cornice del loro pub, a cui chiedo scusa se avessimo creato loro dei disagi; ai master, che si sono dovuti confrontare si con un'avventura un po' fuori dalle righe e con squadre agguerritissime che si sono contese la vittoria sino all'ultimo (letteralmente all'ultimo voto!); ad Ossian, che si è smazzato con me la stesura dell'avventura per mesi e mesi, senza poi poter godere della stupenda giornata … parafrasando il buon Valandur: "peccato che Manuel (aka Ossian) non sia potuto venire: si sarebbe divertito".
Bravi, davvero bravi a tutti.
Dopo un lungo pomeriggio di gioco, la squadra che si è rivelata la vincitrice (un po' a sorpresa) è stata la squadra di "erbapipa.it", composta da: Deldin (Erbapipa), Stark (Erbapipa), Darathorn (Erbapipa), Il Morto (Erbapipa), Olaf (Girsa crew) e Matteo.
Il titolo di miglior giocatore, pardon, miglior giocatrice del torneo è stato assegnato a lady Mizar della community "lupi bianchi".
ancora grazie a tutti e voi e... BRAVISSIMI!

P.S.:
Da non credere! Abbiamo avuto anche la sorpresa più grande di tutte! Il mitico Tiziano (aka Lord T.Einiks) è ricomparso fra noi!!!

 

Alex aka Olaf

Che dire! Tutto è stato fantastico, perfetto in ogni piccolo dettaglio, ha superato ogni mia più rosea aspettativa. Giocare questo torneo è stata una delle esperienze più bello che il GIRSA mi ha fatto provare: provare dopo tanto tempo l'ebbrezza di sentire ancora il ticchettio dei dadi che cozzano tra di loro e rotolano sul tavolo, le discussioni fra i PG, le cartine segnate, le varie possibilità che si presentano, le scelte da compiere, la voce del master...tutto è stato n continuo susseguirsi di emozioni. La possibilità di dare un volto a tante persone che ho conosciuto sulla Crew, di conoscere dei "mostri" sacri di questo gioco, di poter discutere con tutti è stato stupendo. Grazie a tutti della bellissima giornata e speriamo di non dovere aspettare il KOC2009 per rivedersi.
Un grazie particolare mi sento di doverlo dire al Monfa che mi ha portato qui tra voi (ed adesso vi toccherà pagarne le conseguenze!!!) e che nelle ultime due settimane mi ha sopportato giornalmente (dalle 8.30 del mattino fino alle 18.30 di sera) in chat, ed anche a Geko, che mi ha coinvolto sempre più nella Crew.
Ah dimenticavo: THE KING IS HERE!!!!
Ebbene si pensavate di averla fatta franca, ed invece no: vi aspetteranno 365 lunghissimi giorni in cui vi ricorderò sempre che THE KING IS HERE!!!
Come avevo preannunciato al buon Mumak tempo addietro"...forse il nuovo campione sarà qualcuno nuovo, una sorpresa..." e così è stato!!!
Grazie a tutti e come ha detto il grande Ossian: (peccato che non c'era: si sarebbe divertito): “il KOC è GRANDEEEEE!”

 

Alessio aka Geko

Decisamente stanco.
Mi sono trasferito in Padania, convertendo al dialetto capitolino il buon Monfa, da giovedì pomeriggio fino a domenica mattina.
Vorrei ringraziare Monfa per la disponibilità che mi ha dimostrato in quasi quattro giorni di permanenza dalle sue parti.
Vorrei ringraziare TUTTI i partecipanti per aver aderito così numerosi alla nostra iniziativa.
Vorrei ringrazire tutti i Master che hanno dato la loro disponibilità permettendo così il regolare svolgimento del Torneo (Marco di Verona e il mio Socio Marc aka Mumak in particolare ... dal momento che, in tutta onestà, hanno accettato il loro ruolo spinti dall'opera di convincimento dei due organizzatori).
Ringrazio anche il Maso, anche lui molto disponibile, e comunque sempre pronto, costantemente, 24 ore su 24, a farci ridere con il suo unico ed inimitabile modo di fare.
Felicissimo di aver rivisto Samuele (aka Ash), Marc (aka Mumak), Marco di Chieti e Napo (aka Taurnil).
Felicissimo di aver avuto la possibilità di conoscere di persona i Chaos Bearers (grazie di esservi uniti alla nostra iniziativa, ragazzi).
CONGRATULAZIONE ai vincitori, complimenti sinceri, bravissimi! In particolare il buon Alex (aka Olaf), una persona davvero piacevole con cui mi sono trovato subito a mio agio.
Congratulazione alla vincitrice del premio "Miglio giocatore".
Spero abbiate apprezzato, tutti voi, l'iniziativa e che, soprattutto, vi siate divertiti.

 

Angel aka Valandur

Grazie a tutti per il bellissimo week end: ho rivisto vecchi amici e ne ho conosciuto di nuovi.
Un immenso grazie al Monfa, che come al solito si è sbattuto per farci divertire e proporci qualcosa di stimolante e ben organizzato.
Un ringraziamento particolare alla squadra che ha avuto la sfiga di farsi masterizzare da me (a proposito, chi erano?) e che ho perso di vista dopo la premiazione.
Siete stati simpaticissimi ed in gamba e con una condotta di gioco attenta e prudente avete evitato alla grande quasi tutti i trappoloni che vi avevo preparato (ragnetto escluso!).
Con un pizzico di impegno in più nell'interpretazione diventerete praticamente imbattibili!
Grazie ancora a tutti voi per lo splendido pomeriggio di gioco.
Ancora un grazie agli amiconi che mi hanno accompagnato, a quelli che ho incrociato in albergo ed a quelli che ho rivisto o conosciuto in questi splendidi giorni: il Monfa, il Maso, Ash, Marco di Chieti (ti aspettiamo a Roma per qualche bella giocata), Napo, Mick e Sara, Mirko e Vittoria, il Danno, Olaf, l'Admin ed il graaande Tiziano che ci ha fatto la Carrambata!!
Aggiorno anche la mia massima:
"Peccato che lo Zio e Manuel non siano potuti venire: si sarebbero divertiti"
Mi pare di aver detto tutto e non essermi scordato proprio nessuno.
Un salutone ed un abbraccio a tutti (belli e brutti)

 

P.S. Come dite? A proposito di brutti mi ero scordato il Tac? Ooops

 

Micaela aka Tyrande

Ragazzi, che dire? Non ci sono parole per ringraziare tutti voi di questi 3 giorni veramente fantastici. Grazie per l'accoglienza, per il divertimento, per la semplice allegria che a volte nella vita quotidiana tendiamo a dimenticare, grazie a quelli che hanno reso possibile questo e vento,a quelli che c'erano e a quelli che non c'erano, la cui presenza comunque, non ci ha mai abbandonati.

 

Alessio aka Geko

Mi ero scordato di ringraziare Vittoria per la visita guidata a Soncino e per la pazienza dimostrata nei confronti del Napo che le ha praticamente soffiato il ruolo di Guida appropriandosene indebitamente e sciorinando a gran voce tutte le sue conoscenze in ogni campo e materia.
E un altro ringraziamento va a Samuele aka Ashtarazor aka Ash.
L'ultimo (ma non ultimo) mio pensiero va al buon Tiziano (aka Lord T. Einiks) che dopo due anni (più o meno) si è rifatto vivo, facendoci la sorpresa di venirci a trovare durante il torneo e poi fermandosi a cena con noi. Bella T.
Concludo dicendo che ho delle foto compromettenti, dalle quali si può dedurre come alcuni partecipanti al torneo di sesso maschile (non faccio nomi, ma solo nick: Napo, Maso e Monfa) sabato notte abbiano avuto relazioni di tipo intimo, ambiguo, extraconiugale e piuttosto indecenti.
Inoltre ho le prove (ben due foto) che in realtà Manuel aka Ossian aka Osso fosse presente con noi, al tavolo, durante la cena post torneo di sabato sera.
E non è tutto ...

 

Marc aka Mumak

E’ vero, Osso c'era, sono stato io il primo a vederlo ... però peccato che non abbia partecipato al torneo. Mi sono molto divertito anche in qualità di master e per questo ringrazio il BVZK da cui ho appreso i trucchi del "mestiere" in 15 anni di partite al GiRSA. Una nota di elogio alla squadra dei Lupi Bianchi, allegri, uniti, simpatici e con la giusta voglia di divertirsi senza competere, fattore che ha determinato la buona riuscita dell'avventura da loro giocata e gli ottimi risultati raggiunti.
Grazie al Monfa e al Geko che come sempre hanno fatto di tutto per mettere a loro agio le persone.
poi un saluto a:
LA CREW ROMANA SARA, MICAELA E IL PALANTIR
MASO
OLAF (non ti crogiolare, l'anno prossimo torneròòòòòòò)
MARCO CH
MIRKO
VITTORIA
I CHAOS BEARERS (grazie Marco per aver masterizzato)
TIZIANO DESAPARECIDO
TIZIANO THE VOICE
RITA E COMPA
AAAAASSSSSHHHHHHH
FRANCESCO PHOTOMAN
LA TIPA INGRUGNITA DELLO CHALET
IL PIZZAIOLO NERVOSO
IL DANNO
TANIA (ops, scusa Maso)
spero di non aver dimenticato nessuno ma se pure fosse non si offenda, ci ho una certa età e non sono più il giaguaro di una volta (come si è dimostrato sabato sera)

 

Gianfranco aka Monfa

Ragazzi che giornata! E’ stato fantastico riuscire a radunare tanta gente per giocare a GiRSA! Tutti i giocatori si sono divertiti tantissimo e si sono fatti coinvolgere dall'avventura in maniera totale (Angio è andato in panico quando Mumak gli ha fatto scappare Frodo). Posso capire che alcuni girsiani vecchio-stampo abbiano storto un po' il naso di fronte a quest'avventura effettivamente un po' anomala, ma era un rischio che doveva essere corso: molti dei partecipanti conoscevano il SdA solo per il film del "ciccionazzo" e quest'avventura ha permesso loro di identificarsi proprio con i protagonisti del film. Parafrasando lo zio: "un male necessario per guidare le pecore al giusto gregge". Per il “Koc 2009” molti di essi si sono detti entusiasti e pronti a iscriversi nuovamente! Per all'ora avremo modo di scrivere un'avventura più consona agli schemi tradizionali della crew.
Partorire l'avventura ha impegnato me ed il buon Ossian molti mesi e svariate revisioni e discussioni, ma penso che ne sia valsa la pena. gli applausi e l'entusiasmo a fine torneo sono stati la soddisfazione più grande che potevo avere.
anche la location mi è sembrata perfetta: “La tana del drago fumante” si presta assai bene a questo genere di manifestazioni, il cibo è buono e la birra spettacolare (avete provato la birra celtica o l'idromele?)

 

Mizar

Una bellissima giornata!
A partire dalla mattina dove la bravissima Vittoria ci ha fatto da guida per Soncino fino alla sera...
E'stata la prima volta che partecipavo ad un gioco di ruolo e devo dire che è stato molto divertente ed entusiasmante...mi sembrava proprio di essere nella terra di mezzo! Bravissimo il nostro master!
Cavoli...le frecce sembrava volassero davvero e riuscivo anche ad immaginare i volti dei loschi figuri sulla strada... Bravissimi tutti! Siete proprio in gamba! Grazie per il premio che mai mi sarei aspettata di ricevere...nn avendo mai partecipato pensavo che sarei stata uccisa dalla prima freccia...hehe!!
Anche il locale è un gran bel posto...davvero azzeccato per l'occasione. Aspetto allora la prossima edizione!
Grandi tutti!!!

 

Troglokhan

Ringrazio tutti della magnifica giornata passata alla Tana, in primis i miei ringraziamenti vanno al Monfa per la disponibilità dimostratami e per la bella avventura creata (grazie anche a te Ossian) e un grazie particolare anche a tutti gli altri Master che con me hanno sostenuto l'onere e il piacere di far vivere a tutti i giocatori una bella esperienza.
Grazie a tutti i giocatori vecchi e nuovi, speriamo di rivederci tutti al Koc 2009.

 

Vittoria aka Misery

Ciao ragazzi. Che esperienza indimenticabile questo KoC 2008!! Volevo ringraziare tutti per essere stati parte di quello che per me sarà un ricordo indimenticabile. Dal primo all'ultimo.
Sono molto contenta dei ringraziamenti a me e per la piccola visita che ho tentato di organizzare sabato mattina. Soprattutto perché io adoro fare la guida e i vostri ringraziamenti hanno dato alla mia decisione un grande balzo in avanti... grazie mille di tutto...
in particolare ai ragazzi di Roma,che mi hanno fatto ridere;
agli avezzanesi, fuori di testa,
ai veronesi, molto riservati ma simpaticissimi,
e ad Olaf, che mi ha dato un po’ di fiducia in me stessa...
In qualsiasi caso un enorme grazie a tutti perché mi sento veramente cresciuta...e se è così e solo grazie a tutti voi...

 

Alberto aka Faleen

che dire!!!!! Ci ho pensato un po' (ben 4 giorni....) ma ogni volta che ci ripenso sono sempre più felice di aver partecipato a questo straordinario evento..... E' stata una giornata veramente fantastica.... Mi sono divertito veramente tantissimo con questa missione e devo veramente fare i complimenti ad i due GRANDI ideatori della giocata, ovvero il Monfa ed Ossian... mi è un po' dispiaciuto non avere incontrato osso, ma a fine partita sono dovuto scappare verso casa...
Pur avendo ricalcato le scene del film l'avventura non è stata noiosa (anzi...) e, grazie anche ad i miei compagni di avventura, ci siamo divertiti tantissimo...
Ringrazio il nostro master di giocata xkè è stato veramente bravo a trattenere degli scatenati come noi.... GRANDE...
Ultimo ringraziamento, ma non meno importante, va ai miei compagni, i Chaos Bearers..... come al solito abbiamo giocato benissimo insieme, forse anche meglio delle partite serali nostre....
GRAZIE ANCORA A TUTTI...

P.S. il posto era veramente fantastico..... BELLISSIMO.....
P.P.S: un grazie anche a colui che ha letto l'intro della storia... veramente ben fatto... avevo quasi i brividi.... COMPLIMENTI!!!

 

 

Samuele aka Ashtarazor (Ash)

Un grandissimo grazie al Monfa e al nostro Osso nazionale. Scrivere un avventura come quella – una trentina di pagine e 4 percorsi diversi- e’ davvero una faticaccia.
E naturalmente un grazie anche ai prodi avventurieri con cui ho avuto il piacere di giocare. (me indegno) anzi è stato un grande onore fare da Master a giocatori bravi e smaliziati come Alessio, Sara, Napo e Mic.
Purtroppo per loro (ragazzi, come direbbe qualcuno di nostra conoscenza, ognuno deve fare i suoi piccoli sacrifici.. a voi quello di avermi stoicamente sopportato per più di 5 ore filate..) mi sono accorto anch’io di non essere più il saettante bradipo di una volta.. ma (coff coff anf pant) si fa quel che si può.. Un salutone a Sara in particolare, il cui bel gioco ho molto apprezzato, ad Alessio e Napo, tatticamente davvero insidiosi, a ‘Il Danno’ che la prima cosa che mi ha chiesto (onore al suo nick) era quanto ci avrebbe messo ad abbattere una quercia.., al simpaticissimo Maso (che ha giustamente cercato di fregarmi almeno un paio di volte, ma che poi è stato oggetto dell’implacabile, divina e autocosciente Giustizia dei Dadi, prendendosi un giavellotto su per il ‘muscolo della gamba sotto il ginocchio’) e infine, ultima ma non ultima, alla cara Micaela, che ho avuto il piacere di conoscere dal vivo proprio in quest’occasione e che, pur senza esporsi troppo, ha lasciato trapelare il suo stile.
Un saluto e un abbraccio a tutti gli amici presenti, a quelli nuovi, alla crew romana e in particolare ad Alessio, ad Angel, al giaguaro Marc (growllrrrrrg!) e al sapiente Napo (Napus Napi Napo Napum Nape Napo).
Sono contentissimo di avervi rivisto! Questa per me è stata la cosa più bella.

PS
Un saluto va anche Matteo, il mio inossidabile master di Star Wars d6 che insieme ai compagni di squadra ha ottenuto la corona della vittoria. Ciao Teo, hai visto che hai fatto bene a partecipare?
Ma non preoccuparti, anche se hai vinto, troverò comunque il modo di togliere di mezzo una volta per tutte il tuo odiosissimo hobbit di 26° in una delle nostre prossime sessioni di GiRSA (dove invece sono io a masterizzare ghghghghghg..è da 15 anni che ci provo... ma ci siamo quasi, lo sento..)

 

Unfield

Che altro dire se non unirmi al coro ? E' stata veramente una giornata stupenda e complimenti a Monfa e a tutti a Master ... e in particolare al nostro master Mumak ... senza dimenticare la bravissima guida che ci portato a spasso per Soncino !
Tutto ha contribuito .. l'ambiente, la compagnia, l'avventura ... a renderla una giornata memorabile
Insomma era la prima volta che partecipavo ad un evento del genere e non posso che dire che i Lupi Bianchi li vedrete ancora ... parola di capobranco ! (una promessa o una minaccia ?)

 

Stark

Saluti e Grazie

Buongiorno a tutti!
Era tempo che progettavo di venire a ringraziarvi per l'ottima iniziativa ma purtroppo non ne avevo mai trovato l'occasione!
Be insomma eccomi qua...purtroppo per voi!
Giornata memorabile quanto a divertimento, compagnia, cibarie, ambientazione e gioco di ruolo!
Ci è dispiaciuto scappare subito dopo le premiazioni ma io e il mio indegno cugino avevamo un importante impegno a Verona e quindi eravamo proprio di fretta! Tuttavia state certi che se avremo in futuro il piacere di partecipare ad un'altra iniziativa non fuggiremo evitando la compagnia e l'alcol!
Per il resto grazie ancora a tutti e ottimo sito! ci si sente ragazzi!

 

Napo

Grazie a monfa per l'organizzazione, grazie a Vittoria per la visita a Soncino (dovrò farmi un giro in quella rocca, mattone per mattone) e per la robiola: non ho detto a mia madre dove l'ho comprata, lei ha equivocato ed è andata a cercarla al supermercato di fiducia (di un mio amico) facendolo impazzire.
Estendo un saluto a tutti,
chiedendo perdono
per quello che sono
sono un fuori di testa
ma con la testa mesta
non si fa la festa
impegnato a cercar la pista
la mia attenzione era desta
ad evitar guai, lì sulla costa
che ash, con piglio d'artista
seminava a bella posta
che la pipa del vincente
non sia accesa mai invano
e molleggi dolcemente
al loquiar di chi ha in mano
il simbolo della vittoria
(no mirko, tu l'hai tutta, se ti basta)
intendevo il trofeo, il segno ardito
di sublime competenza.
e per gli altri, bè, pazienza
noi ci siamo divertiti
col ci inteso in ambo i sensi
caro tac ora che pensi
meglio i tappi nelle orecchie
che la transiberiana.
Caro monfa che fatica
la famiglia lì, lontana
che ti chiama disperata
per saper della giornata.
ad angel e sara dedico non una rima, ma una sola parola
REGGIRATEVI

 

a un certo punto, un punto certo del pomeriggio, mentre scendevamo in barca l'anduin, si è presentato un losco figuro, con una birra in mano.
non che fosse losco per via della birra: io stesso ne detenevo una, oro degli inferi, ed ero accompagnato in ciò da un tale troll di campagna ben noto alle cronache, su cui non mi soffermerò, ma-so che comprenderete.
Il figuro stranamente vestito, simigliante al klint in versione veronese, non solamente per la sua imago, barba compresa, s'assise a mio latere sanza favellare, guatando il mio scout dai tratti elfici con occhio colmo d'aspettativa e d'interesse, in attesa di un cenno di riconoscimento che tardava ad arrivare.
Lo stupore del geko trasfigurò in sorpresa, in un momento dimentico del periglio mortale che correva il suo alter ego nell'agone, tutto profuso in sorpresa per quella presenza,che,se fosse stata anticipata di due ore gli avrebbe permesso l'ingresso nel certame.
Più tardi, nel convivio serale, ho avuto modo di conoscere un vecchio corrispondente, dare volto e forma, una espressione a commenti nel tempo sepolti.
ora una prece: tiziano, torna stò forum aspetta a te.

 

"Girsa crew" non è stato creato per fini di lucro.

Non è nostra intenzione infrangere alcuna legge sul "copyright" e per tanto è vietato riprodurre

il materiale e/o il contenuto presente su queste pagine per scopi commerciali

Tutti i nomi, i marchi e i logo appartengono ai legittimi proprietari.